Assistenza e servizi riabilitativi

20181016_090359 (2).jpg

Assistenza e servizi riabilitativi

Il progetto riabilitativo del Centro Diurno IL SECOLO prevede un programma di intervento, interdisciplinare e integrato, strutturato in misura compatibile con il livelli di compromissione cognitiva e funzionale degli ospiti.

È bene precisare tuttavia che l’ottimizzazione delle riserve cognitive ancora presenti nella persona malata di demenza e la compensazione delle disabilità, rendono più opportuno parlare di “attivazione cognitiva” piuttosto che di riabilitazione.

Se risulta impossibile infatti ripristinare le funzioni compromesse, l’obiettivo primario, e l’unico realisticamente perseguibile di tutti gli interventi realizzati, è quello di rallentare la progressione della malattia provando a compensare il declino cognitivo e funzionale causato dalla stessa.

A supporto di questo approccio si collocano gli studi di Katzman (1988) sulla riserva cerebralee di Eriksson (1998) sulla plasticità neuronale che suggeriscono come lo sviluppo di meccanismi alternativi e la compensazione di funzioni perdute possano di fatto rallentare il deterioramento cognitivo e funzionale.

Va detto inoltre che la precocità degli interventi è di fondamentale per importanza per il rallentamento e il contenimento dei sintomi e per evitare che si sviluppino disabilità in eccesso.

L’attivazione, infine, all’interno del Centro Diurno Integrato IL SECOLO è intesa come “attivazione globale” e non esclusivamente cognitiva.

Le possibilità riabilitative per il paziente demente non vanno identificate con la sola stimolazione cognitiva, “ma è tutto il campo delle disfunzioni vitali, personali e sociali, che deve essere valutato, stimolato e aiutato” (Zanetti, Metitieri 2002).

La scelta di una attivazione globale è motivata dalle caratteristiche della malattia:

  • la demenza è una malattia che tende ad interessare vaste aree del cervello;
  • la demenza è una malattia che muta costantemente non solo da paziente a paziente, ma anche e soprattutto nel tempo, e questo porta necessariamente ad adattare obiettivi e metodi della riabilitazione in funzione dello stadio clinico, ma anche della storia della persona;
  • è una malattia “sociale”, in cui si ammala un intero nucleo famigliare più che una singola persona, e in cui il ruolo di sostegno di chi cura è importante quasi quanto quello del malato. La gerarchia dei sintomi e delle disabilità più importanti deve quindi essere costruita tenendo conto anche del loro impatto sull’ambiente e sulla convivenza.

Le attività proposte nel Centro Diurno Integrato IL SECOLO rispondono ad obiettivi realistici, adeguati all’età, agli interessi pregressi, allo stato sociale, permettendo alla persona malata di riscoprirsi “persona” e di assumere un ruolo nel gruppo, all’interno del quale riconoscersi.

Copyright © 2021 Sorgente srl P. IVA 04083390759
Centro Diurno Integrato IL SECOLO per persone con Alzheimer o altre demenze.
Created by Pixel Web Studio.