Stimolazione cognitiva

20181016_085802 (2).jpg

Stimolazione cognitiva

Lo scopo principale della stimolazione e riabilitazione cognitiva consiste nel rallentare l’evoluzione del deficit delle funzioni cognitive, nel recupero delle funzioni deficitarie e nell’acquisizione di strategie di compensazione.

L'obiettivo è quello di minimizzare l’handicap (ovvero lo svantaggio sociale) conseguente alla menomazione.


RIABILITAZIONE COGNITIVA

Il programma di riabilitazione prevede un ciclo di sedute individuali, a cadenza settimanale, in cui vengono proposti esercizi (sia carta-matita che computerizzati) con graduali livelli di difficoltà e lavoro a casa. Vengono inoltre fornite istruzioni specifiche per la generalizzazione nelle situazioni di vita reale delle strategie di compensazione apprese in seduta. Alla luce del profilo cognitivo, emerso dalla prima valutazione neuropsicologica, viene creato un programma riabilitativo individuale volto a rafforzare le aree risultate deficitarie, ottimizzandone il potenziale residuo.

Il training cognitivo è volto a stimolare diverse componenti tra cui l’orientamento personale, spaziale e temporale, le funzioni mnesiche (memoria a breve e lungo termine per materiale verbale e visuo-spaziale e memoria di lavoro), il linguaggio (capacità di produzione, di accesso al lessico e di comprensione verbale), le funzioni esecutive (risorse attentive e abilità logiche e di astrazione) e le abilità visuo-spaziali.

Al termine del ciclo di sedute viene poi effettuata una valutazione finale, i cui risultati verranno confrontati con il quadro cognitivo iniziale, al fine di verificare l’efficacia del trattamento riabilitativo e di decidere l’eventuale prosecuzione del training cognitivo.

STIMOLAZIONE COGNITIVA

Presso il Centro sono presenti uno psicologo ed educatori professionali. Le attività svolte sono finalizzate a contenere il decadimento cognitivo, a mantenere e potenziare le abilità funzionali residue, a gestire l’emotività e le capacità motorie.

Tra le varie attività proposte si possono elencare:

  • Attività di terapia occupazionale e di riabilitazione cognitiva e comportamentale: svolgono un’importante funzione sul piano del sostegno e del recupero delle capacità cognitive dell’ospite; sono volte a stimolare l’attenzione, la memoria, il linguaggio, la percezione favorendo l’ elaborazione di strategie ottimali per la risoluzione dei compiti (R.O.T., Memory Training). Sono utili, altresì, a favorire l’inserimento nel proprio ambiente (stimolando le capacità spazio-temporali), a potenziare le abilità funzionali quotidiane e a rafforzare le competenze relative alle cure personali e del proprio ambiente domestico.
  • Attività ricreative e musicali: volte ad accrescere nell’ospite la capacità di riconoscere espressioni e situazioni emotive che consentono loro di integrarsi al meglio con l’ambiente circostante.
  • Attività culturali: lettura di quotidiani, visione di film o ascolto di musica possono essere uno spunto per aprire dibattiti che favoriscono condivisione, integrazione e conoscenza fra gli ospiti.

Periodicamente vengono realizzate visite e organizzate feste presso altri centri o strutture.



Copyright © 2021 Sorgente srl P. IVA 04083390759
Centro Diurno Integrato IL SECOLO per persone con Alzheimer o altre demenze.
Created by Pixel Web Studio.